Quali sono le bevande adatte per i barbecue

Cosa si può bere con la carne rossa? E cosa devo degustare per esaltare il sapore del pesce? Se volete sempre essere pronti per i vostri barbecue questa guida è ciò di cui avete bisogno. Il periodo Pasquale solitamente apre la stagione delle grigliate e dei barbecue. Per quanto riguarda il menù potete visitare la nostra sezione riservata alle ricette per barbecue invece, per le bevande il discorso cambia. La scelta dell’abbinamento migliore lascia poco spazio all’improvvisazione. Vino, birra o cocktail (ebbene si, avete letto bene)? Bianco o rosso? La preferenza dipende dai gusti personali ed ovviamente da ciò che si mangia. Ecco a voi la guida definitiva delle bevande da barbecue.

Birra

Molte persone ormai, davanti ad un bel piatto di carne cotta al barbecue, preferiscono bere un gran bicchiere di birra invece del classico vino rosso. Tra le più diffuse e più antiche bevande alcoliche del mondo, la birra è una bevanda alcolica ottenuta tipicamente dalla fermentazione di mosto a base di malto d’orzo, aromatizzata e amaricata con luppolo. Abbiamo fatto molte ricerche per cercare di trovare l’abbinamento giusto tra le carni grigliate e la birra e questo, è quello che abbiamo scoperto.

Regole generali

Ci sono un’infinità di birre al mondo, alcune simili ed altre molto diverse tra loro per carattere e fermentazione ed ovviamente, per ogni alimento, va abbinata la propria birra. Naturalmente esistono delle regole che valgono sempre: se il cibo è leggero dovrete abbinare una birra leggera e di gradazione alcolica bassa; se la pietanza sarà più forte invece la birra dovrà avere  una gradazione più alta ed un gusto più deciso. Per finire va tenuta in considerazione la compatibilità tra cibi e birra, ovvero il dolce va con il dolce, l’acido con l’acido e così via. Ovviamente in base ai gusti, anche il “contrasto” va bene ovvero acido con salato e dolce con amaro.

Birre adatte per la carne al barbecue

Birra e barbecue, un duo favoloso. Per passare una felice giornata a cuocere la carne ci sono molte birre tra cui poter scegliere, da quelle tedesche a quelle scozzesi passando per quelle fruttate e aromatizzate. Più precisamente, quando si tratta di carne di maiale le più indicate sono una Lambic, una Berliner Weisse o una Gueuze (sono molto acide, perfette per pulire il palato). Se si cucina uno stinco di maiale va bene una Gose oppure una Bock. Se la portata principale è un filetto di maiale la scelta consigliata è una Abbaye D’aulne Blonde o una Achel Blonde (entrambe leggere e quindi meno pesanti). Invece sapete qual’è la miglior birra da accompagnare ad una bistecca di vitello? Non abbiamo nessun dubbio che una Lager sia l’ideale, nel caso di spezie piccanti e salse, una IPA sarà la compagna giusta. Se nel menù invece troveremo pollo dovrete optare per birre leggere come una Golden Ale oppure una Stout. Per finire se al Barbecue cucineremo l’agnello una Tripel andrà benissimo.

Vino

Il vino è il prodotto della fermentazione alcoolica del mosto di uva fresca o leggermente appassita, in presenza o assenza delle vinacce. Dopo la raccolta l’uva viene portata in cantina e pigiata con pigiatrici meccaniche o con presse a spremitura soffice: il mosto così ottenuto viene messo in recipienti di cemento, di legno o di acciaio per la fermentazione. Detta fermentazione si protrae sino a completa trasformazione dello zucchero in alcool, se si vogliono ottenere vini secchi; ma si può arrestare prima, filtrando, centrifugando o refrigerando il mosto-vino, se si vogliono ottenere vini dolci o leggermente amabili. Alla fermentazione si fa seguire una serie di travasi che ha lo scopo di separare il vino dai residui fecciosi di fermentazione, onde ottenere un prodotto il più possibile brillante e destinarlo quindi all’invecchiamento.

Vino rosso

Quando nel menù troviamo bistecche, filetti e controfiletti, l’accostamento dovrà essere qualcosa di deciso: vini corposi sono la norma per questo genere di tagli.

Chianti, Barbera d’Asti e Montepulciano d’Abruzzo i caldamente consigliati.

Vino bianco

Nei barbecue non esistono soltanto carni; nel menù potremmo trovare anche pesce o crostacei che, in questo mondo trovano un gusto particolare, dando vita ad un pasto molto ricco e completo. Se la portata principale sarà il pesce il vino da abbinare sarà di certo un bianco fresco ed aromatizzato come il Ribolla gialla, Sauvignon, Pinot o Vermentino di Gallura, perfetti anche per i crostacei.

Cocktail


Bere birra o vino vanno sempre bene durante un barbecue , ma se si vuole “osare di più” e proporre qualcosa di insolito, i cocktail sono la scelta giusta. I cocktail sono il gruppo più numeroso degli American drinks: sono short drinks che si bevono, a seconda della loro composizione, prima o dopo il pasto; alcuni di essi vanno bene in entrambi i casi. Tre sono i modi di preparare un cocktail; si può agitare nello shaker, si può mescolarlo nel mixer oppure direttamente nel bicchiere in cui si beve.

Le basi

In base al tipo di marinatura o dal tipo di salsa che si userà per la carne, i cocktail varieranno molto. Le regole, in genere, sono quelle di assecondare i sapori (anche se a volte ed in base ai gusti si può fare l’opposto). Se il piatto è stato affumicato bisognerà contrastare il sapore con un cocktail dolce e al gusto di limone (il limone pulendo il palato contrasta il gusto dell’affumicatura). Ovviamente se volete scegliere di assecondare il sapore vi consigliamo un cocktail speziato. Non esagerate con l’alcool dato che i cocktail devono accompagnare i cibi no sovrastarli con il sapore forte. Evitate ricette dove si miscelano molti alcolici e prediligete ricette semplici e, con un solo liquore, da dosare accuratamente.

Le ricette

Ma quali sono i cocktail perfetti per accompagnare le tue grigliate? Tra l’oceano vastissimo di abbinamenti possibili, ci sono alcune ricette che si rivelano più adatte per accompagnare un pasto a base di carne alla griglia. Vediamo allora quali sono gli abbinamenti perfetti di cocktail per grigliate.

Gin Tonic

Per primo abbiamo un classico come cocktail per grigliate: il Gin Tonic. Gli ingredienti sono gin, acqua tonica, ghiaccio e fettina di limone. Si accosta perfettamente ad ogni grigliata di carne come anche alle grigliate di pesce (esempio i crostacei).


Negroni

Vermouth rosso, campari e gin danno a questo cocktail un sapore deciso, che si affianca benissimo ad un menù di carne al barbecue.


Manhattan

Whisky, Vermouth rosso e angostura, si sposa perfettamente alla carne d’agnello.


Sangria

La sangria è una bevanda alcolica a base di vino, spezie e frutta, originaria della Penisola iberica. È un cocktail estivo e rinfrescante che accompagna molto bene il barbecue. Occhio però a non esagerare.


Moscow Mule

Mix di vodka, ginger beer e succo di lime fresco, con aggiunta di cubetti di ghiaccio. Un cocktail leggero e rinfrescante, che, grazie alla presenza del lime, ripulisce la bocca dal sapore della carne.


Panachè

Molto semplice da creare, una ricetta gustosa che unisce la birra con la gassosa. Rende il sapore della birra più rinfrescante e, come il Moscow Mule, ripulisce la bocca dal sapore della carne.


Tequila bum bum

Un perfetto cocktail messicano, che si sposa benissimo con le alette di pollo, specie quando marinate in una salsa messicana molto piccante.

Conclusione

Adesso che sai tutto su quali bevande servire ai tuoi ospiti, per le prossime grigliate, non ti resta che organizzare un barbecue e passare una giornata fantastica senza rimanere a “bocca asciutta”.

One Reply to “Quali sono le bevande adatte per i barbecue”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: